Ipocrisia parlamentare

Ha scritto su “Le Figaro” Jaques De Saint Victor, che quello che è avvenuto in questi giorni è la vittoria della democrazia parlamentare. Le vecchie istituzioni reggono il colpo nonostante la democrazia della rete rappresentata da Rousseau e le dirette Facebook di Salvini. Sarà, ma non ci vediamo niente di vittorioso in un accordo di … Continua a leggere Ipocrisia parlamentare

La melina

C’è un dato che emerge, ma si legge tra le righe, più precisamente tra le dichiarazioni calcistiche di Matteo Renzi che cita Trapattoni (non dire gatto se non l’hai nel sacco) e Gian Marco Centinaio, ministro uscente dell’agricoltura e leghista possibilista fino all’ultimo che cita Vujadin Boskov col suo “partita finisce quando arbitro fischia”. Quello … Continua a leggere La melina

Lo stallo dei sistemi parlamentari

In Italia è evidente almeno dal 2013, in Spagna hanno votato quattro volte negli ultimi tre anni e rischiano di farlo una quinta a settembre se non si troverà la quadra per il governo a guida socialista di Sanchez. Nel Regno Unito è meno evidente ma il fu governo May era traballante per lo stesso … Continua a leggere Lo stallo dei sistemi parlamentari

Una strategia istituzionale

Se c’è una cosa che la Brexit ha insegnato al resto del mondo è che nel Regno Unito non c’è premiership che tenga: comdanda la House of Commons, comanda Westminster, insomma, comanda il Parlamento. In queste ore in cui si susseguono i processi alle intenzioni, con Di Maio alla prova scenica della Piattaforma Rousseau si … Continua a leggere Una strategia istituzionale

Un altro 25 aprile è andato…

... e siamo sopravvissuti! E come ormai sono tornato a fare da qualche anno l'ho "festeggiato" andando a suonare con la banda del paese per le normali ricorrenze civili. Eppure c'è stato un periodo che per me, il 25 era natale o la Pasqua di risurrezione! Oggi mi suona blasfemo definirlo così, ma è successo. … Continua a leggere Un altro 25 aprile è andato…

Dalla Sardegna alle europee passando per la Basilicata e il Piemonte, quali scenari?

Al netto delle elezioni in Sardegna e delle proiezioni per le Europee (con l’aggiunta di Basilicata e Piemonte) la sensazione è che il governo del triumvirato mattarelliano Conte-Di Maio-Salvini finirà all’indomani del 26 maggio. Da giorni i retroscenisti dipingono scenari che passano dal dramma alla farsa in uno sfogliar di pagina di quotidiano. Ma c’è … Continua a leggere Dalla Sardegna alle europee passando per la Basilicata e il Piemonte, quali scenari?

Il paese reale

Per quanto fosse stato ampiamente previsto che il governo Conte sarebbe stato, a dispetto dei proclami degli altri due triumviri, un governo di breve durata e dunque, per quanto ci siano in diversi che stiano iniziando a fare il conto alla rovescia manco fosse capodanno un dato emerge: al netto delle contraddizioni il governo del … Continua a leggere Il paese reale