Scrivere del tempo che manca

aggiornamento in versi alla Rassegna ad alta quota Non è un metronomo quello che scandisce i giorni, non è regolare il battito di chi aspetta e negli interstizi ristagna la stanchezza il desiderio di quello che non è potuto essere il minuto di silenzio ad ascoltare una volontà caduta. Eppure resiste, ma non per resistenza … Continua a leggere Scrivere del tempo che manca

un po’ di sollievo

credevo si fosse estinta la pioggiain questa estate di risveglioin cui rinasco dalle mie vite in cerca di senso,e mi trovo benebaciato da un cielo che piangecome se neanche lui sopportasse più questa canicolaquesto correre a stento,come se si fosse accortoche l'amore era lì accantoed ora una pioggia è libera nel cieloun cielo commosso di … Continua a leggere un po’ di sollievo

qualcosa che sta nascendo

mi dici che sono un dono del cieloquel cielo a cui guardo, diffidente ma rispettosoin cerca di quella stellache un giorno m'è apparsa agli occhi.e sento il mio cammino più serenoilluminato dallo splendore di un sorrisorisvegliato finalmente dal torpore della diffidenzasento che posso lasciare le mie catenee liberarmi in quell'abbraccioche credevo perso,in cui posso abbandonare … Continua a leggere qualcosa che sta nascendo

solo passi

sento solo passidentro la cattedrale vuotae le parole riecheggianone perdo il significato,pur guardando quella luceche un tempo era appiglioe oggi è solo un fascioin cui passo attraverso come un'ombra.eppure sento le vibrazionidentro alle invocazioni di un cerchioeppure vedo le mani tesema non ho più bisognoa costo di sembrare irriconoscentenon mi sento più figliopur sentendomi fratello,non … Continua a leggere solo passi

quel passo che non faccio

eppure non mi sembravacosì grandequesto vuoto che riempie il vuotol'eco che rimbomba nelle mie stanzepiene di nientela mia vita non mi sembravacosì fermanei miei giorni, a rincorrere un sempreeppure non mi sembrad'esser scalzoogni volta che inciampoogni volta che tornosu quel passo che non faccioin quella cosa che non vivonella fuga da meper non voler capireper … Continua a leggere quel passo che non faccio

muri

a volte fatico a spiegarmi i murialtre volte comprendo il rumorefatto per tagliare la tensione.ci sono momenti in cui pensi eccoadesso è finitama poi una commedia restituisce tuttoalla tua patetica certezza.a volte fatico a capacitarmi della pazienzanel mio attendere invanonel parlare in posanel sostenere una scenografia ormai logoracon una birra a fare da sipariorisate stanchee … Continua a leggere muri

ipocondria

non sarò nient'altro che un guerriero errante nella notte, andrò a confessarmi su ogni banconesvuoterò ogni mia emozione, ma non vorrò più avere paura.resterò in equilibrio sulle note che sentirò più miemi libererò delle mie ansie con l'ennesimo conatoma non avrò timore del vento che mi tormenta alla finestrasarò solo insofferente ai dubbi che nascono sulla … Continua a leggere ipocondria

nient’altro che silenzio (inverno)

vorrei saperti quiil tuo respiro accanto al mioa placare la mia claustrofobiamentre fuori non c'è nient'altro che silenzio,e poterti abbracciareper poter rallentare il battitoin un buio finalmente rassicurantementre fuori il biancore opprime e soffocae l'inquietudine è nient'altro che silenzio.vorrei correre in una primavera interioreper sciogliere l'ansia, e fingereche l'inverno non esistache non esistano domeniche sospesee tramonti … Continua a leggere nient’altro che silenzio (inverno)

un battito d’ali

non so dirti come mi sentoma sento che mi piacerebbe mancartinon quella lontananza che toglie il respiroma il semplice desiderio d'attesache ti lascia quel fremito d'impazienzanella ricerca di uno sguardo tra la folla.non so dirti quello che sentose non che non ho più bisogno di alibiche posso confessare ogni mio peccatosenza bisogno di convincerti del … Continua a leggere un battito d’ali