Cronache dalla fase due (aggiornamento alla rassegna ad alta quota del 9 maggio 2020)

La prima settimana della fase due mi ha portato a fare alcune riflessioni. Innanzi tutto, leggendo diversi giornali, apprendere che l’epidemia di Covid-19 probabilmente è partita già a novembre dopo il ritorno della delegazione italiana ai giochi mondiali militari di Wuhan (già, proprio lì), mi da da pensare che non sapremo mai con certezza il reale numero delle vittime, se non per un calcolo statistico approssimativo, in relazione ai morti anno per anno.

In secondo luogo, e parlo per esperienza diretta, vissuta sul mio posto di lavoro, non è vero che gli italiani sono indisciplinati. Vero, in giro si vedono persone che lì per lì non portano la mascherina, ma se si entra in un supermercato, o anche in una ferramenta le cose cambiano drasticamente. Mi è poi venuto da pensare, per me che lavoro in ambito edile, che nella cantieristica, che già è soggetta a numerosi controlli anche solo per il fatto di allestirlo un cantiere, sarebbe bastato uno stop di una settimana, massimo dieci giorni e poi tutto poteva riprendere tranquillamente una volta aggiornati i protocolli di sicurezza. Per lo meno questa è l’idea che mi sono fatto io.

Se ci fosse stata un po’ più di organizzazione, se davvero il governo fosse stato pronto, le zone rosse sarebbero state gestite diversamente, l’avrebbero avuta anche a Bergamo e Piacenza da subito e, forse, si sarebbero evitate delle stragi. Ma l’Italia non è il Veneto, dove in barba ai protocolli, hanno arginato l’epidemia e hanno avuto ragione.

Il lockdown nazionale è stato sbagliato. Arginare le zone a più alto contagio era la cosa giusta da fare, ma con gli spostamenti limitati, laddove i contagi sono stati bassi, fermare tutto è stato deleterio. Ma col senno di poi siamo bravi tutti.

Se ti è piaciuto ciò che hai letto

Puoi fare una piccola e volontaria donazione a questo blog

€1,00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...