Ring of Fire

Causa mondiali di calcio in corso, passano sotto silenzio due eventi abbastanza importanti: il primo sono le finali del campionato italiano di pallacanestro, dove Milano parte bene sbriciolando Siena. Va detto, dopo sette campionati consecutivi, sarebbe anche ora di basta, ma sappiamo che Siena quest’anno gioca una finale passerella, perché l’anno prossimo non la vedremo più.
Il secondo evento importante, erano le finali Nba, le prime con un italiano a giocarle pur se da sesto uomo o poco più, ma parliamo pur sempre del primo italiano a vincere la gara del tiro da tre punti all’All Star Game 2014. Marco Belinelli da San Giovanni in Persiceto, ci tengo a sottolinearlo, cestisticamente nasce nel vivaio delle V nere e solo dopo la stramaledetta crisi del 2004 (perdonatemi ma in questi casi il cuore prevale sulla ragione) approda sulla sponda Fortitudo. Ere geologiche fa, quando Bologna era ancora un nome che nella pallacanestro significava qualcosa.
Fatto sta che ieri, il buon Beli (fortuna che non è genovese) è stato il primo italiano a vincere il titolo Nba (tra l’altro assieme all’altro ex Virtus Emanuel Ginobili, suo idolo quando era nelle giovanili, una delle più belle cose passate in Italia e in bianconero) e in un epoca in cui il basket all’Italia offre davvero poco sia come club che come nazionale (oltre al terremoto senese che ha fatto vacillare i vertici della Lega), è una buona notizia. Buona notizia anche per il fatto che nomi più blasonati come quelli di Bargnani (primo europeo scelto con numero 1 al Draft) e Gallinari, allo stato attuale, pur a fronte di prestazioni eccellenti, hanno raccolto poco. Vogliamo sperare che questo sia comunque un buon auspicio e che in qualche modo indichi la direzione che il basket di casa nostra deve prendere. Nel frattempo godiamoci il nostro signore dell’anello sperando che possa intanto fare da traino mediatico per il movimento (come ai tempi di Myers e Pozzecco) dato che anche quando veste l’azzurro non si tira indietro. Grazie Marco, attendiamo una storia di Federico Buffa tutta per te!

Stefano Bonacorsi

HIGHLIGHTS DI GARA 5 NBA FINALS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...