sorry, i’m 28 and i’m drunk

è così, che ci posso fare, oggi sono 28 e non ho voglia di festeggiare, solo una dedica, una sola e poi tornerò a disperdermi in questa fine d'anno in cui tutte le certezze sono naufragate, solo gli sguardi sono rimasti, e spero d'incontrarne ancora qualcuno dopo mezzanotte. mezzanotte, mezzanotte, nient'altro che un brindisi in cui … Continua a leggere sorry, i’m 28 and i’m drunk

after st. stephen

finisce che lo perdi il sonno, in una notte tra le tante di natale, disperso tra la stanchezza e il senso di incompiuto che ti permea. e puoi aver fatto la cosa più giusta, dato l'abbraccio che desideravi, toccato il cuore di altre persone, permesso ad altre di scolpire la tua pietra, ma rimarrà quel … Continua a leggere after st. stephen

i natali che scegliamo di vivere

e anche quest'anno il Natale è arrivato, dopo anni lo rivedo bianco, una nevicata nel pomeriggio ci ha regalato l'atmosfera "coca-cola style", mancano solo i camion e siamo a posto. in compenso dal Cimone in giù sono contenti perché erano alcuni anni che a Natale tirava solo scirocco, almeno quest'anno la neve sulle piste per … Continua a leggere i natali che scegliamo di vivere

scazzi di vita quotidiana

ogni tanto capita, anche se non è poi così grave. agli scazzi si sopravvive in fondo, il più è conviverci nel momento in cui si presentano. un pò come quando ti chiedono <> e tu, per non essere banale rispondi <>. insomma alle situazioni ti ci devi adattare, non è che puoi metterti a piangere … Continua a leggere scazzi di vita quotidiana

un inizio

è fatta di giorni d'angoscia questa fine d'anno, vuoi perché odio questo mese e tutte le sue celebrazioni, vuoi anche perché la situazione, mondiale, europea, nazionale, lascia poco spazio all'ottimismo e anche alla possibilità di fare anche un solo piccolo progetto. dieci anni fa, al primo Natale col terrore che Al Qaeda facesse saltare in aria tutti … Continua a leggere un inizio

perché scrivo?

l'altro giorno, il fratello n.1 a proposito del mio trasloco col blog mi ha chiesto:<>. al che, banalmente, ho risposto:<>, ma non ho saputo aggiungere molto altro, anche perché stavo cambiando luogo e la conversazione era destinata a scemare. oggi (ieri, visto l'orario in cui mi riduco a scrivere) sono stato a una conferenza stampa. … Continua a leggere perché scrivo?